Capelli cotonati a tutto volume

CONDIVIDI

Per chi ha presente il fascino dei capelli cotonati, anche quest’anno torna di moda il super volume che prevede acconciature gonfie che mostrino tutta la forza e la salute dei capelli di chi le porta.

Realizzare una capigliatura cotonata può essere una scelta importante perché si tratta di osare un look forte (in particolare se l’acconciatura scelta è abbastanza coreografica). Usati soprattutto durante la stagione autunno-invernale, come spesso mostrano le modelle in passerella, i capelli gonfi possono essere realizzati in mille diverse sfumature e con l’uso di spazzola, phon e piastra frisé. La realizzazione non è difficile come può sembrare, e può avvenire anche senza l’aiuto del parrucchiere.

Si inizia a preparare il volume già a partire dal lavaggio. Adattare bene la texture dei capelli con lo shampoo giusto è fondamentale. Meglio sceglierne uno volumizzante ed evitare di usare balsami e creme che rischino poi di appesantire la chioma e quindi di andare contro l’effetto desiderato. Quando i capelli sono bagnati, vanno divisi in cinque o sei ciocche e cosparsi con delle spruzzate di uno spray specifico che dia volume. Applicare il prodotto per lo styling sui capelli molto umidi fa si che si diluisca e si distribuisca meglio. Per creare l’effetto desiderato, il quale richiede una base “secca”, lo spray deve avere necessariamente una texture acquosa e leggermente alcolica; non cremosa o, peggio ancora, oleosa. Alla fine dell’applicazione, pettinare bene tutti i capelli affinché il prodotto li avvolga completamente e faccia effetto.

Gli strumenti che assumono adesso maggiore importanza sono il phon e la spazzola (che sia piatta o tonda non importa, ma dev’essere di setole perché quella di metallo è più adatta a lisciare per le alte temperature che raggiunge). Con essi i capelli devono essere asciugati alzando le radici e andando controverso, fino a quando la chioma non diventa super-vaporosa e quasi leggermente crespa.

Chi ha tanti capelli è avvantaggiata nel lavoro, soprattutto se sono già mossi naturalmente; e già a questo punto può raccoglierli nel modo che preferisce. Per chi, invece, ha capelli meno numerosi o più lisci che tendono ad appiattirsi, servono due passaggi in più: i capelli vanno cotonati arruffando alla base alcuni ciuffi, facendo scorrere il pettine dalle punte verso le radici, e poi passando per un attimo la piastra frisé. In questo modo si ottiene un volume più duraturo. Se si desidera un forte “effetto nuvola”, si può ulteriormente spazzolare per bene tutta la chioma.

L’insieme di questi trattamenti può risultare alquanto stressante per i capelli. Questo perché piastra, cotonatura e phon mettono a dura prova la chioma. Ecco perché la maschera per capelli, grazie all’alta concentrazione di principi attivi e al tempo di posa prolungato, è un’alleata fondamentale. Va scelta bene e in base alla natura dei propri capelli. Se si hanno capelli tendenzialmente normali ne va selezionata una idratante che non appesantisca. Per capelli aridi essa dev’essere ricca e nutriente. Ristrutturante se sono trattati. L’importante è applicarla con costanza: se non si hanno particolari problemi, basta un impacco 2 volte al mese, altrimenti si può aumentare la frequenza in caso di necessità di nutrimento per il capello.


NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO