Come curare i capelli d’estate

CONDIVIDI

Nella stagione calda, la domanda che più ci si pone è come curare i capelli d’estate. I capelli, soprattutto in questo periodo, hanno bisogno di essere trattati con cura e amore, per mantenersi belli, folti e lucenti. Questo perchè è molto più facile danneggiare il nostro cuoio capelluto nella stagione del mare, commettendo errori e scegliendo soluzioni più pratiche ma decisamente più dannose. Ci sono alcuni errori molto comuni che rischiano infatti di danneggiare seriamente i capelli: evitarli significa regalarsi salute e benessere. Vediamo quali sono i comportamenti corretti da tenere e quali invece possono essere dannosi.

LAVAGGIO E USO DI PRODOTTI
In estate, a causa del caldo e del sudore, tendiamo a lavare troppo spesso i nostri capelli, usando troppi prodotti che alla lunga li rendono più sottili e secchi. Shampoo e acqua possono essere causa di essiccazione, i capelli perdono i loro oli naturali. La soluzione migliore è quella di lavarli a giorni alterni e, preferibilmente, usare shampoo a secco. Sono disponibili in commercio (si trovano ormai dappertutto) prodotti che promettono miracoli ma che in realtà alla fine sono più dannosi che altro. Bisogna stare molto attenti a ciò che si compra e a ciò che si usa, perchè si corre il rischio di rendere i nostri capelli porosi e difficili da gestire. Il consiglio fondamentale è quello di procedere con cautela, consultandosi con un esperto che vi possa indirizzare sulla strada migliore.

Particolare attenzione si deve fare con la cura di capelli colorati: si può anche spendere qualcosina in più per curare a dovere i vostri capelli tinti. Sotto il sole cocente è necessaria un’adeguata protezione (un cappello, una bandana o anche una crema solare) che vi aiuti a mantenere il vostro colore, che rischierebbe altrimenti di sbiadire sotto i raggi solari, con brutte conseguenze sulla salute e sull’aspetto della vostra chioma.

donna a mare che cura i suoi capelli d'estate

PRIMA E DOPO IL BAGNO A MARE
Uno dei prodotti naturali più largamente utilizzati durante il periodo estivo è l’olio di argan. Le sue proprietà fanno si che l’applicazione di qualche goccia prima di fare il bagno e dopo aver lavato i capelli conferisca forza e salute al capello, proteggendolo dall’enorme stress al quale è sottoposto quotidianamente.
Il lavaggio, specie se a seguito di un bagno in piscina, deve essere delicato ma scrupoloso per evitare che il cloro si depositi sul cuoio capelluto aderendo e privando i capelli di lucentezza e salute.
E’ importante evitare di legare i capelli quando sono bagnati. Questo è , insieme alla spazzolatura, uno degli errori più comuni che causano danni ai capelli. Anzitutto bisogna farli asciugare, inizialmente anche solo sotto il sole, al naturale; una volta asciutti si potrò procedere con la coda di cavallo, che libera collo e volto e fa sentire un po’ meno caldo dandovi sollievo.

La raccomandazione principale resta sempre quella di non stressare troppo i capelli, perchè sappiamo bene che lavorarli troppo (anche se con l’intenzione di proteggerli) può renderli tesi e contribuire ad una loro perdita di vitalità.


NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO